IL 78° OPEN D’ITALIA AL MARCO SIMONE GOLF & COUNTRY CLUB DAL 2 AL 5 SETTEMBRE 2021

  • MacGowan per Open (1)

La 78esima edizione del torneo dell’European Tour in scena al Marco Simone Golf & Country Club
di Roma, dove nel 2023 si giocherà la sfida Europa-Usa

Dal 2 al 5 settembre 2021 gli occhi del mondo saranno sulla Città Eterna che, per la settima volta nella sua storia, ospiterà l’Open d’Italia. Teatro di gara sarà il Marco Simone Golf & Country Club dove, nel 2023, si disputerà una storica Ryder Cup.

Il viaggio verso la Ryder Cup continua – A cinque anni dall’assegnazione all’Italia della Ryder Cup, la più importante manifestazione di golf al mondo – un successo straordinario per la Federazione Italiana Golf guidata dal presidente Franco Chimenti che, nel dicembre 2015, superò la concorrenza di Austria, Germania e Spagna – arriva un nuovo annuncio, per nulla casuale. Per una storia che continua ed emozioni che viaggiano sullo stesso filo. L’Open d’Italia – con il supporto di Infront, official advisor della FIG – è infatti la punta di diamante del progetto Ryder Cup 2023. Con la 78esima edizione dell’evento, Roma si appresta a diventare sempre di più un appuntamento irrinunciabile per i big internazionali, in azione su un percorso profondamente rinnovato  che calamiterà l’attenzione e la curiosità non solo dei protagonisti in gara. E che ambisce a diventare un punto di riferimento a livello globale.

La seconda volta al Marco Simone e la settima a Roma – Una seconda volta che sa di prima… volta. Già nel 1994 l’Open d’Italia andò in scena al Marco Simone Golf & Country Club, dopo le tre edizioni all’Acquasanta (1950, 1973, 1980) e prima di quella del 2002 all’Olgiata (che ospitò poi il torneo anche nel 2019).

L’Open d’Italia dopo le Olimpiadi di Tokyo e prima della Ryder Usa – Mancano ancora 9 mesi ma l’attesa verso il 78° Open d’Italia è già altissima. L’evento si giocherà 4 settimane dopo le Olimpiadi di Tokyo e tre prima della Ryder Cup del Wisconsin (USA), posticipata – causa Covid – dal 2020 al 2021 (con il conseguente slittamento della Ryder Cup italiana dal 2022 al 2023).

Tappa decisiva verso la sfida Europa-USA – Da 1 gennaio 2021 riprenderà l’assegnazione dei punti per la composizione del Team Europe, in vista della Ryder Cup, che si concluderà il 12 settembre al termine del BMW PGA Championship. In tale ottica assumerà molta importanza l’Open d’Italia. Infatti sarà la penultima tappa utile per staccare il biglietto con destinazione Stati Uniti. Un ulteriore motivo di interesse che alzerà il livello di adrenalina tra i campioni in campo.

Un nuovo capitolo di una storia cominciata nel 1925 – Dopo quella in Lombardia l’Open d’Italia torna a far tappa nel Lazio. Con Roma e il Marco Simone, che offre un percorso di gioco straordinario, pronti per il 78° Open d’Italia, torneo irrinunciabile dell’European Tour (di cui fa parte dal 1972) la cui storia è cominciata però nel 1925.

(Nella foto Ross McGowan vincitore del 77° Open d’Italia)