SKY, IL SOLE 24 ORE ED EMIRATES PARTNER DEL 71° OPEN D’ITALIA

A circa quattro mesi di distanza dall’evento, il 71° Open d’Italia ha già una fisionomia ben definita e il Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf è impegnato a mettere a punto i dettagli. Teatro della manifestazione sarà per il secondo anno consecutivo il Circolo Golf Torino, dove si confronteranno i protagonisti dell’European Tour dal 28 al 31 agosto. Farà da prologo, il 27 agosto, la tradizionale pro am con la presenza di numerosi personaggi appassionati della disciplina.

Lavori in corso dunque, ma anche il momento delle conferme e delle new entry. Proseguirà la proficua e rodata collaborazione con Sky, la TV satellitare che manderà nuovamente in onda con ampia copertura le fasi salienti di un avvenimento dove non mancano mai le emozioni. Un media partner storico al quale si affiancherà Il Sole 24 ORE, il quotidiano italiano leader nell’informazione economica-finanziaria, alla prima esperienza nell’Open, così come lo sarà per Emirates, nota compagnia aerea, nel ruolo di Official Airlines. Tutte aziende di prestigio, che contribuiscono ad arricchire ulteriormente una linea organizzativa ad alto standard qualitativo.

Sky ha puntato da anni sul golf con ottimi ritorni e continua nella sua politica, come ha spiegato Lorenzo Dallari, Vice Direttore Sky Sport: “Fin da quando è nata, Sky è sempre stata la TV del golf in Italia, punto di riferimento per chi questo sport lo conosce bene, ma anche per chi per la prima volta si avvicina a questa disciplina, da molti considerata la più affascinate in assoluto. Uno sport che ha avuto negli ultimi anni una crescita notevole, anche negli ascolti televisivi. Solo nel 2014 saranno oltre 1000 le ore dedicate da Sky al golf, con una programmazione seconda solo a quella del calcio, e quasi tutta in diretta, con i tornei del circuito europeo, compreso l’Open d’Italia, di quello americano, i Major, il World Golf Championships e la Ryder Cup, l’evento più atteso dell’anno. Grazie a questo enorme sforzo, Sky si prende il piccolo grande merito di aver contribuito alla diffusione del golf del nostro paese, perché il golf è uno sport alla portata di tutti. E non è una cosa da poco”.

La media partnership tra Il Sole 24 ORE e il Comitato Organizzatore del 71° Open d’Italia è frutto di una naturale vicinanza tra le caratteristiche e gli interessi dei cultori del golf e i lettori del quotidiano. Come gli appassionati di questo sport, i lettori del Sole 24 ORE sono attenti al proprio stile di vita e particolarmente sensibili alle proposte culturali e sportive. A ciò si aggiunge l’attenzione che Il Sole 24 ORE pone a tutto ciò che esprime eccellenza in Italia, come nel caso di questa manifestazione.

“La sponsorizzazione del prestigioso Open d’Italia rappresenta un ulteriore rafforzamento dell’impegno di Emirates in Italia. Questo è uno degli eventi più attesi della Race to Dubai, la serie di tornei di golf che conduce al DP World Tour Championship che si terrà a novembre. L’Open d’Italia fornirà una piattaforma di alto profilo e dinamica per Emirates e ci auguriamo possa contribuire ad instaurare un rapporto più stretto con i nostri clienti” ha dichiarato Fabio Maria Lazzerini, General Manager di Emirates in Italia. “Il nostro impegno verso il golf a livello globale si rifletterà, attraverso questa sponsorship, anche a livello locale, coinvolgendo i fans ed esortandoli a condividere il loro amore per questo sport”.

Alessandro Rogato, presidente del Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf, ha affermato: “La partecipazione di aziende di così elevato spessore è un innegabile valore aggiunto per la manifestazione che, negli anni, è andata sempre più crescendo sotto l’aspetto tecnico e organizzativo, divenendo uno dei tornei più attesi della stagione. Quest’anno l’Open sarà ulteriormente favorito dalla data di svolgimento e dalla collocazione in calendario, perché essendo l’ultima gara utile per l’assegnazione dei punti atti alla composizione della squadra europea di Ryder Cup, che nell’occasione assumerà il suo volto definitivo, concorrerà a richiamare altri giocatori di peso in un field che da anni è sicuramente d’eccellenza”.

Ha aggiunto Barbara Zonchello, Direttore del Comitato Organizzatore: “Dopo le quasi 30.000 presenze del 2013 prevediamo un  afflusso di pubblico superiore, favorito dall’ultima settimana di vacanza, e stiamo preparando per tutti, neofiti compresi, delle allettanti proposte che renderanno l’Open una spettacolo anche fuori dai green in un ambiente, quello del Circolo Golf Torino, particolarmente adeguato”.

EUROPEAN TOUR – La ormai ultradecennale collaborazione tra l’European Tour e il Comitato Organizzatore proseguirà anche in questa circostanza. E’ indubbio il carisma e il peso specifico dell’Ente che regola l’attività dei professionisti continentali e che raramente decide per questo tipo di intervento con altre Federazioni. Da parte sua la FIG ha dato all’Open un indirizzo ben preciso, identificato in quello che gli stessi dirigenti del circuito europeo hanno definito come inconfondibile “italian style”, peraltro molto gradito ai giocatori.

NOVITA’ – Tra le novità del 71° Open d’Italia e di tutto l’Italian Pro Tour, il circuito delle gare nazionali, la Charity partnership con la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus, Agenzia Italiana della Ricerca in FC, riconosciuta ufficialmente dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) come Ente promotore dell’attività di ricerca scientifica, nonché una delle poche Onlus certificate dall’Istituto della Donazione. Nata nel 1997, la Onlus ha attivato una rete di 500 ricercatori selezionati, coinvolgendo 170 Gruppi e Istituti di Ricerca. L’intero Italian Pro Tour sosterrà questo progetto solidale con iniziative in ciascun evento. Altra novità l’accordo tra il Comitato Organizzatore e la Dao Holding – sport company che opera da anni nell’ambito del marketing e della comunicazione sportiva – per il coinvolgimento degli sponsor.

LA FORMULA – Il 71° Open d’Italia si svolgerà sulla distanza di 72 buche con taglio dopo 36 che lascerà in gara i primi 65 classificati dei 156 partenti, i pari merito al 65° posto e i dilettanti che rientreranno nel punteggio di ammissione. Lunedì 4 agosto si svolgerà una prequalifica, riservata ai professionisti italiani e a quelli stranieri residenti in Italia e tesserati presso la FIG. I primi due classificati entreranno nel field, in cui è già di diritto Gregory Molteni, vincitore della money list 2013 dell’Italian Pro Tour.

Nei giorni di gara, special events compresi, e in quelli in cui si effettueranno la prova campo e la pro-am l’accesso per il pubblico sarà gratuito.

INTERNET Le notizie e le informazioni relative alla manifestazione sono on line sul sito www.openditaliagolf.com.

Tutto l’Italian Pro Tour può essere seguito sul sito www.italianprotour.com