CHIUSE LE ISCRIZIONI AL 71° OPEN D’ITALIA: FIELD DI ALTA QUALITA’

Tanti i giocatori della hit parade dell’European Tour, e non solo, che saranno protagonisti del 71° Open d’Italia (28-31 agosto) ospitato per la seconda volta consecutiva dal Circolo Golf Torino e anticipato dalla pro am mercoledì 27 agosto. Alla chiusura delle iscrizioni il field è risultato di assoluta qualità, come del resto era nelle previsioni per l’importanza dell’evento, ultima prova valida per l’assegnazione dei punti atti alla composizione della squadra europea di Ryder Cup. Un valore aggiunto per uno dei tornei più longevi del circuito continentale, con un albo d’oro nel quale hanno apposto la loro firma tanti grandi campioni del passato e del presente.  

A dare ulteriore carica ad alcuni dei protagonisti sarà la presenza dell’irlandese Paul McGinley, capitano della compagine europea di Ryder Cup, teso ad osservare direttamente dal campo, perché anch’egli al via, la condizione dei componenti il team e a sciogliere gli ultimi dubbi per l’assegnazione delle tre wild card a sua disposizione. Poi la suspense di lunedì 1 settembre quando lo stesso McGinley annuncerà la formazione che andrà a sfidare la compagine statunitense sul tracciato di Gleneagles in Scozia (26-28 settembre).

Quattro major champions, una settantina di vincitori di tornei e l’attesissimo terzetto azzurro composto da Edoardo Molinari, Francesco Molinari e Matteo Manassero sono già un’autentica garanzia, ma vi saranno tanti altri elementi in grado di vivacizzare ulteriormente la manifestazione. Il nordirlandese Darren Clarke, l’irlandese Padraig Harrington, il sudafricano Louis Oosthuizen e lo spagnolo José Maria Olazabal hanno nel palmares il timbro indelebile di almeno un major, ma importeranno sul tracciato nel Parco de La Mandria tanta classe e giocate che solo i campioni sanno proporre. 

Viaggiano, però, con il marchio di qualità anche tanti altri possibili protagonisti, perché almeno la metà degli iscritti è in grado di assicurarsi il titolo, Ricordiamo, tra gli altri, i danesi Thomas Bjorn e Soren Hansen, il belga Nicolas Colsaerts, che sta facendo nuove esperienze nel PGA Tour, il gallese Jamie Donaldson, gli spagnoli Alvaro Quiros, Rafael Cabrera Bello e Gonzalo Fernandez Castaño, a segno nel 2012, i francesi Thomas Levet, Gregory Bourdy e Victor Dubuisson, uno dei giovani più interessanti delle ultime leve, e Julien Quesne, campione in carica, gli svedesi Robert Karlsson e Niclas Fasth e l’olandese Joost Luiten, Corposa la presenza inglese con Simon Khan, vincitore di un BWM PGA Championship, Tommy Fleetwood, Chris Wood, Danny Willett, Simon Dyson, Tom Lewis, così come quella sudafricana con Thomas Aiken, Branden Grace, Jbe Kruger, George Coetzee e Richard Sterne e Robert Rock (suo l’Open 2011). Oltre a Europa e Africa, saranno rappresentanti gli altri continenti: l’Australia con Richard Green e Brett Rumford, le Americhe con l’interessante statunitense John Hahn insieme ad altri giovani in ascesa, e con l’argentino Ricardo Gonzalez. Per l’Asia vi saranno gli indiani Jeev Milkha Singh, Gaganjeet Bhullar e Shiv Kapur, il thailandese Kiradech Aphibarnrat e il coreano Jin Jeong.

In casa azzurra Francesco Molinari, ultimo italiano vincitore dell’Open (2006, Castello di Tolcinasco), Edoardo Molinari e Matteo Manassero sono in grado di compiere qualsiasi impresa e attorno a loro si è creato un clima di grande fiducia, anche se sarà bene non pressarli troppo con le attese. Mi ci saranno tanti altri da seguire perché sul tee di partenza sfileranno anche Andrea Pavan, Marco Crespi, Alessandro Tadini, Lorenzo Gagli, Nino Bertasio, Andrea Rota, Francesco Laporta, Filippo Bergamaschi, insieme a Gregory Molteni, vincitore dell’ordine di merito del Pro Tour 2013, e a Federico Maccario e Marco Bernardini, che hanno ottenuto i due posti messi in palio dalla prequalifica. Con loro i dilettanti Renato Paratore, di ritorno dai Giochi Olimpici giovanili, Guido Migliozzi ed Edoardo Raffaele Lipparelli.

Il 71° Open d’Italia si disputerà sulla distanza di 72 buche con taglio dopo 36 che lascerà in gara i primi 65 classificati dei 156 partenti, i pari merito al 65° posto e i dilettanti che rientreranno nel punteggio di ammissione. Il montepremi è di 1.500.000 euro con prima moneta di 250.000 euro. Nei giorni di torneo, Special Events compresi, e in quelli in cui si effettueranno la prova campo e la pro-am l’accesso per il pubblico sarà gratuito.

L’Open sarà, come sempre, sostenuto da numerosi sponsor di prestigio. Fanno parte del pool i major sponsor Rolex, Lavazza e Regione Piemonte; gli sponsor Emirates (official airlines), Diasorin, Jaguar (official automotive), Colmar (official apparel); i fornitori ufficiali Titleist, Carlo Fiori, Peviani, Maui Jim, Pomiroeu, Konica Minolta, Dab, Ca’ del Bosco, Acqua Lauretana. Family partner: Club Med. Charity partner: Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus. Media partner: Sky e Il Sole 24 ORE. Partner istituzionali: Coni in qualità di ente patrocinante, Federazione Italiana Golf, European Tour, Città di Torino, Provincia di Torino, Comune di Fiano, Comune di Robassomero e Ente Parchi. Proseguirà, infine, l’ultradecennale collaborazione tra l’European Tour e il Comitato Organizzatore.

Il Circolo Golf Torino presenterà nuovamente un tracciato di altissimo livello. Sono stati adottati ulteriori accorgimenti per renderlo ancor più competitivo, dopo che lo scorso anno fu presentato in ottima condizione a seguito dei lavori di restyling, avviati nel 2006 con l’architetto canadese Graham Cooke e costantemente seguiti dal presidente Lorenzo Silva e da Piero Cora. Furono realizzati nuovi tee, rifatti alcuni bunker del percorso Blu per un campo contraddistinto da green molto veloci che ha ricevuto l’elogio incondizionato di tutti i giocatori.

Il Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf della FIG, con il presidente Alessandro Rogato e con il direttore Barbara Zonchello, nell’allestire l’evento ha voluto dare un’impronta diversa privilegiando alcuni aspetti dello spettacolo fuori dal campo. “Dedicato alle famiglie e alla buona cucina italiana” sarà uno dei temi del filone extra sportivo che vedrà impegnati Club Med e US Kids con un loro spazio in una zona adiacente al magnifico Villaggio Commerciale in cui si dipaneranno varie iniziative dedicate in particolare ai giovanissimi. Della cucina italiana ne sarà interprete Pomiroeu Giancarlo Morelli, chef di fama internazionale ma anche appassionato golfista, che sarà a capo del servizio di catering per il Villaggio Ospitalità, per il Villaggio Commerciale, per la players lounge e per il media center.

A metà tra lo sportivo e il divertimento, con coinvolgimento diretto degli spettatori, gli Special Events che accompagneranno le prime tre giornate di gara. La squadra nazionale professionisti aprirà la serie con un’esibizione in cui ciascun componente esprimerà il meglio del suo repertorio (giovedì 28 agosto). “Questions and Answers” con Francesco Molinari e il “Matteo Contest by Rolex” terranno banco nel tardo pomeriggio di venerdì 29, poi la chiusura sabato 30 con “Questions and Answers” con Edoardo Molinari e con i campioni di ieri, di oggi e di domani.

Dedicata al pubblico anche la tenda ospitalità del Merchandising dove saranno a disposizione numerosi prodotti logati Federazione Italiana Golf e Open d’Italia. Un simpatico modo per avere un ricordo del torneo..

Internet – Le notizie e le informazioni relative alla manifestazione sono on line sul sito www.openditaliagolf.com e sui social network Twitter, Facebook ed Instagram @Italianopen. Tutto l’Italian Pro Tour può essere seguito sul sito www.italianprotour.com e sui social network @Italianprotour.