DAMIANI PRESENTING SPONSOR DEL 71°OPEN D’ITALIA

Damiani, l’azienda leader nel mercato italiano nella produzione e nella commercializzazione di gioielli di alta gamma, sarà il Presenting Sponsor del 71° Open d’Italia (28-31 agosto), che si disputerà per il secondo anno consecutivo sull’impegnativo tracciato del Circolo Golf Torino, anticipato mercoledì 27 agosto dalla tradizionale pro am.

Il marchio Damiani, da 90 anni raffinato interprete in tutto il mondo del Made in Italy, è sinonimo dell’eccellenza e della migliore tradizione gioielliera italiana. La profonda passione per un’arte che si è’ tramandata da padre in figlio fino alla terza generazione che è oggi alla guida del Gruppo, custodisce la creatività, il gusto e il design che sono gli elementi ispiratori della filosofia imprenditoriale della famiglia Damiani.

Il Gruppo Damiani vanta un portafoglio di marchi di assoluto prestigio (Damiani, Salvini, Alfieri & St. John, Calderoni 1840, Bliss, e Rocca 1794); è presente attualmente in Italia e nei principali mercati mondiali con le proprie filiali operative, con oltre 80 punti vendita diretti e in franchising, posizionati nelle vie più esclusive delle principali città del mondo.

“Siamo particolarmente onorati –  dice Guido Damiani, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Damiani – di patrocinare questa manifestazione nell’anno in cui festeggiamo il Novantesimo anniversario della nostra fondazione. Nel corso della nostra storia abbiamo intrecciato profondi legami con il golf, partecipando a una lunga serie di eventi ed iniziative che trovano la giusta consacrazione nel ruolo assunto quest’anno per l’Open d’Italia, la massima manifestazione golfistica nazionale”.

“Avere quale Presenting Sponsor un’azienda così importante – ha detto Alessandro Rogato, Presidente del Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf della FIG, – è una nuova conferma della bontà del nostro progetto Open e del suo forte impatto promozionale. Ci sentiamo onorati della presenza di Damiani che si aggiunge alle altre prestigiose società sostenitrici del torneo. E’ un pool di altissimo profilo che contribuisce, insieme a un field di valore assoluto, a elevare ulteriormente la qualità di un grandissimo evento internazionale”.

Il 71° Open d’Italia presented by Damiani avrà anche il supporto dei major sponsor Rolex, Lavazza e Regione Piemonte; degli sponsor Emirates (official airlines), Diasorin, Jaguar (official automotive), Colmar (official apparel); dei fornitori ufficiali Titleist, Carlo Fiori, Peviani, Maui Jim, Pomiroeu, Konica Minolta, Dab, Ca’ del Bosco, Acqua Lauretana. Family partner: Club Med. Charity partner: Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus. Media partner: Sky e Il Sole 24 ORE. Partner istituzionali: Coni in qualità di ente patrocinante, Federazione Italiana Golf, European Tour, Città di Torino, Provincia di Torino, Comune di Fiano, Comune di Robassomero e Ente Parchi. Proseguirà, inoltre, l’ultradecennale collaborazione tra l’European Tour e il Comitato Organizzatore.

Il torneo, fiore all’occhiello dell’Italian Pro Tour, il circuito delle gare nazionali, si disputerà sulla distanza di 72 buche con taglio dopo 36 che lascerà in gara i primi 65 classificati dei 156 partenti, i pari merito al 65° posto e i dilettanti che rientreranno nel punteggio di ammissione.  Il montepremi è di 1.500.000 euro dei quali 250.000 euro gratificheranno il vincitore. Nei giorni di gara, Special Events compresi, e in quelli in cui si effettueranno la prova campo e la pro-am l’accesso per il pubblico sarà gratuito.

Tanti i giocatori appartenenti all’élite europea, e non solo, che sfileranno sul tee di partenza. Insieme ai beniamini azzurri Francesco ed Edoardo Molinari e Matteo Manassero, vi saranno tre major champion, il nordirlandese Darren Clarke, l’irlandese Padraig Harrington e lo spagnolo José Maria Olazabal. Parteciperà anche l’irlandese Paul McGinley, capitano della squadra europea di Ryder Cup, che durante l’Open, ultima gara valida per assegnare i punti atti alla composizione della selezione continentale, dovrà prendere le decisioni per definire il team che affronterà quello degli Stati Uniti sul tracciato scozzese di Gleneagles (26-28 settembre). Da seguire il gallese Jamie Donaldson, che già ha in tasca il pass per la Scozia, l’olandese Joost Luiten e lo scozzese Stephen Gallacher che, insieme a Francesco Molinari, sperano di ricevere una wild card da McGinley. E’ comunque lunga la lista dei possibili candidati al titolo tra i quali citiamo gli iberici Alvaro Quiros e Rafael Cabrera Bello, lo svedese Robert Karlsson, il  coreano Jin Jeong, il belga Nicolas Colsaerts e l’austriaco Bernd Wiesberger. Sei gli amateur ammessi: gli italiani Renato Paratore, Guido Migliozzi, Edoardo Raffaele Lipparelli, Enrico Di Nitto e Michele Cea e lo svizzero Benjamin Rusch.

Il 71° Open d’Italia presented by Damiani si distinguerà anche per una serie di eventi extra sportivi. Tra le novità gli spazi Club Med e US Kids dove i giovanissimi troveranno il loro habitat ideale, e il tema della buona cucina italiana di cui sarà interprete Pomiroeu Giancarlo Morelli, chef di fama internazionale e appassionato golfista. Per i già collaudati e attesi Special Events, alla fine delle prime tre giornate di gara si esibiranno a turno la squadra nazionale professionisti, Francesco Molinari ed Edoardo Molinari, mentre Manassero darà vita al “Matteo Contest by Rolex”, tutti a diretto contatto con gli spettatori.